Corso di perfezionamento in gestione delle ferite traumatiche e chirurgiche

Il Corso nasce con la finalità di creare una stretta correlazione tra teoria e pratica cercando di fornire al discente una corretta conoscenza delle tecniche chirurgiche di base e dello strumentario a disposizione.

L’obiettivo formativo del Corso è fornire agli iscritti un “metodo” pratico per trattare la molteplicità delle lesioni cutanee superficiali. Con il termine “metodo” intendiamo l’insieme dei processi di base come la sicurezza, la manualità, l’utilizzo e l’organizzazione degli strumenti, la gestione delle priorità, la qualità del lavoro. L’apprendimento di un metodo di base è, infatti, essenziale per comprendere le azioni svolte, così che il discente possa acquisire criticità e autonomia, e quindi scegliere la procedura migliore per ogni circostanza.

Obiettivi: 
Principali contenuti del Corso: Teoria e discussione 1. Fisiologia della guarigione delle ferite 2. Dati epidemiologici 3. Algoritmo della gestione della ferita Pratica (dry lab) 1. Descrizione dei principali strumenti chirurgici (bisturi, pinze, portaghi, forbici) e loro appropriato utilizzo; cenni di storia dello strumentario 2. Descrizione dei principali materiali da sutura 4. Principali tecniche di sutura Pratica (wet lab) 1. Approccio clinico alla ferita 2. Anestesia locale 3. Detersione della ferita (irrigazione, sbrigliamento) 4. Emostasi 5. Sutura della ferita (casi, tecniche, controindicazioni) 6. Profilassi antitetanica e antibiotica 7. Medicazione e rimozione dei punti di sutura 8. Casi clinici
Destinato alla professione: 
Medici
infermiere
MEDICO SPECIALIZZANDO
Durata: 
1 giornata - 8 ore di formazione
Costo: 
Quota intera € 160; per medici specializzandi € 140
Programma: 
Edizioni del corso: 
2017
I.
01/12/2017
Ultima modifica:: 16/10/2017 - 12:30